History
Icon-add-to-playlist Icon-download Icon-drawer-up
Share this ... ×
...
By ...
Embed:
Embedded player size:
Embedded player preview:
300x300_6807814
itunes pic
Icon-play-large
CELENTANO
Time-length-icon 6m 21s
Plays-icon
Icon-like
Publish-date-icon January 9, 2010
Icon-add-to-playlist Add to Playlist
Icon-download-mini Download Episode

Subscribe-itunes-badge
EPISODE DESCRIPTION

L'Arcobaleno: una canzone capolavoro, frutto della collaborazione tra Gianni Bella (musica), Mogol (testo) e Celentano (voce). Una canzone ancora oggi avvolta dal mistero, perché il modo in cui Mogol si dice abbia scritto questo pezzo è davvero singolare: lo spirito di Battisti, attraverso una medium, fa recapitare a Mogol una poesia, dalla quale egli trae il testo per la canzone. Nasce in questo modo l'Arcobaleno. Nella sua lirica Foscolo parla del fratello, la cui giovinezza è stroncata prima del tempo. Una persona cara, scomparsa prematuramente, come l'amico Battisti cantato da Celentano. In entrambi i componimenti la morte dà pace e serenità. La quiete dell’ultimo porto che ci attende, quella quiete pregata e quasi desiderata da Foscolo, è il piacere infinito della canzone. La tomba del fratello Giovanni, ovvero quella sepoltura intesa come l’ultimo vero legame con i nostri cari, è l’arcobaleno di Mogol, Celentano e Battisti, simbolo di un messaggio d’amore eterno.

COMMENTS
You must be logged in to post a comment.
ABOUT
GO MOBILE
Check us out on mobile! Get the PodOmatic Podcast Player for iOS and Android.
App-store-badge Google-play-badge
x
Embed Code
After customizing your player (optional), copy and paste the embed code above. The code will change based on your selections.
Color:

Size:
300x85
440x85
620x85
Custom
Width: px
Height: 85px

Min. width: 200px


Start playing automatically?
No Yes
Help | Terms | Privacy | Partners | PRO Support
© 2015 PodOmatic, Inc.